venerdì 23 marzo 2012

Quando il trend diventa app Instagram e Android. Ci siamo? Meglio di no!

Instagram per Android. Tutti lo aspettano. Io no.
Cioè, sono curioso di provarlo magari, ma non sto lì ad attendere la sua venuta.

Per chi non lo sapesse, Instagram (o Instagr.am) è un'applicazione che permette di scattare, modificare e condividere istantaneamente foto dallo smartphone. Fino ad ora è esistita solo per iPhone, ma il suo arrivo sulla piattaforma del robottino verde è stato annunciato come imminente.

Perché molti lo aspettano? Credo prevalentemente perché fa tendenza.
Ultimamente (da un paio di anni a questa parte, circa) è scoppiata la febbre delle foto. Tutti sono diventati di colpo fotografi professionisti.
Li vedi con le loro costosissime reflex a fotografare un paletto e poi spacciarsi per artisti.
Nulla in contrario, una passione va coltivata, ma forse stiamo esagerando!

Ci hanno visto lungo Kevin Systrom e Mike Krieger quando, nell'ottobre 2010, hanno rilasciato la prima versione di Instagram nell'App Store.
Hanno unito mania per le fotografie, la sempre più crescente moda hipster per la mela morsicata e la viralità dei social network. Ora provano ad approdare su Android.

I tempi sono maturi. Gli utenti un po' meno. Gli sviluppatori si fregano sempre più le mani.

2 commenti:

beh ormai tutto è modo a livello della tecnologia!!con smatphone e macchine fotografiche sempre più evolute è anche più facile dedicarsi al reparto fotografia.ripeto per me istagram non è di vitale importanza, se arriverà e sarà bello e FUNZIONALE alle mie esigenze lo userò,altrimenti rimarrà nel play store:)

È più facile fare credere di sapere fare belle fotografie. Ma le foto sono fatte dal fotografo, non dalla macchina fotografica.

Posta un commento