martedì 1 maggio 2012

Una nuova nuvola Google Drive: come sei e come ti vorrei

Google ha lanciato il suo nuovo servizio, Drive! Purtroppo, per ora, non è che un'evoluzione di Docs. Anzi, un rebrand di Docs, con l'espansione dello spazio da 1GB a 5GB, con un nuovo nome e un nuovo logo.

Esiste il client per la sincronizzazione dei files direttamente dal proprio PC (come per Dropbox), peccato che non sia stata ancora rilasciata la versione per Linux.

Questa mancanza (non certo di poco conto) non mi ha consentito di provare a pieno le potenzialità offerte da Drive, ma ho letto in giro alcune features interessanti.

La più importante è senza dubbio la disponibilità di ripristinare una revisione precedente di un documento. Non solo dell'intero file, ma anche di tutte le modifiche interne apportate negli ultimi 30 giorni.

Drive e il mobile
Un segno di evidente continuità tra Docs e Drive è dato dal fatto che l'applicazione per Android non è altro che un aggiornamento di Google Docs. Purtroppo soffre ancora di qualche mancanza, una tra tutte è l'impossibilità di creare cartelle da mobile.

Un'ulteriore miglioria potrebbe esserci sulla gestione dei documenti offline. Al momento non è possibile creare un nuovo documento se non si dispone di una connessione internet.

Cosa potrebbe diventare Drive?
Google Drive potrebbe essere il centro di archiviazione per gli utenti di Google. Sarebbe utile un'integrazione in Drive di tutti i servizi di Big G.

Ad esempio, sarebbe comodo caricare file audio su Drive e ritrovarli in Google Music. Oppure poterli ascoltare direttamente tramite un player integrato.

Si potrebbe gestire l'archivio di Picasa dal nuovo storage virtuale. Immagini e foto sarebbero caricabili su Drive e visionabili da Picasa.

Sarebbe possibile una bella espansione di YouTube. Si potrebbero caricare video direttamente da Drive e condividerli dal famoso servizio video. Ovviamente sarebbero visibili inizialmente solo all'utente proprietario dei file, per essere successivamente resi pubblici o visibili solo a determinati contatti presenti su Google+.

Proprio con il social network di Mountain View potrebbe esserci un'ultima importante integrazione. Manca, al momento, la possibilità di condividere documenti con le proprie cerchie.

Strano che non sia presente ancora questa funzione, visto che a Google puntano davvero molto su Plus!


Commenta anche su Google+

0 commenti:

Posta un commento